Da questa mattinaalle 08:30su Rai2continuacon i restanti episodi inediti la seconda stagione della serie Homicide Hills un commissario in campagna, serie tedesca in onda con successo su Das Erste dal 2008 e che in Italia ha visto il proprio debutto su Rai1 nel 2012. Non è mancato l con il figlio dell capo poliziotto del paesinoAndreas (Max Gertsch), che è commissario a Koblenz. A completare il quadretto comico ci sono i due colleghi più rispetto a Sophie:Dietmar(Bjarne Mdel), sposato con la moglie invadente Heike (Petra Kleinert) eBrbel(Meike Droste), single..

Si tratta di una melodia scozzese molto antica,in Scottish Review, Vol. 27 (1896) è detta Now The Day Dawes su di essa un autore anonimo ha scritto le parole e così è diventata la canzone Tuttie Taitie o Tuttie Tattie. Robert Burns quando scrisse Wha Hae disse riguardo alla melodia have met the tradition universally over Scotland, and particularly about Stirling, in the neighbourhood of the scene, that this air was Robert the Bruce March at the battle of Bannockburn, which was fought in 1314.

Q: How to inspect the cargo9 A: Our factory has professional QC and we also welcome our customer delegate QC to our factory. 13. Q: What could we do if we find your goods are not in good performance9 A: Please send us detailed reports and if problems are really caused by our factory, we will pay compensation according to your loss.

Veleno. Vero amore. Odio. 63,2% dei ragazzi lamenta che siano state fornite troppe informazioni in base al tempo. 42,1% riferisce scarsa attenzione dei partecipanti durante il corso. 49,6% dichiara che le aule scolastiche in cui si è tenuto il corso sono troppo piccole.

Quando è il momento di far sentire la propria voce? Quando bisogna tirare la linea, e tenere la schiena dritta? Quando è l’ora di rischiare tutto, affinché non si perda del tutto il diritto di rischiare?Difficilmente finisce sulle copertine dei giornali per qualcosa che ha detto o fatto, per un’amante o per una qualche filosofia o religione che confessa di abbracciare. Non ha l’attivismo di Richard Gere, l’idealismo di Robert Redford o il fondamentalismo condito in salsa gossip di Tom Cruise. Tom Hanks è semplicemente un attore, un uomo di cinema e, la sua carriera, i suoi personaggi e il suo talento, semplicemente lo posizionano al livello più alto della sua categoria.Oggi che torna al grande schermo con un film controverso, in cui prende di petto le anguste stanze tinte di verde dollaro della politica americana nel film La guerra di Charlie Wilson, Hanks ci ricorda semplicemente che è lui l’icona e dell’uomo americano qualunque, semplice ma non piatto, intenso e mai banale, anche quando racconta la storia di un insegnante costretto dalla Storia a fare la guerra e a salvare il soldato Ryan, o di un giovane gay che non smette di lottare contro i pregiudizi e contro l’AIDS, o di un astronauta che non riuscirà mai a toccare il suolo della Luna ma che ci colpisce al cuore raccontando di un sogno mai avverato..