Raccogliamo varie fonti di ispirazione su dei moodboard, di solito andiamo nella biblioteca della CentralSaintMartins. Ci ispiriamo ai film e all’architettura e poi mettiamo utto insieme per dare inizio al processo craetivo. Disegniamo molto, per noi è un elemento molto importante, ci piace la libertà che ci dà un bozzetto più di un disegno fatto al computer!Per noi è anche importante trovare un equilibrio fra questa cosa e la produzione interna (tutti i nostri capi vengono prodotti nel nostro atelier di Londra) per garantire la qualità e la perfezione della costruzione..

In the course of the 20th century, there were several eras of growing economic inequality. On a few occasions, they came to an end in a relatively gentle way, with democratic elections and more egalitarian legislation. More often, however, they were ended by a catastrophe, such as the Great Depression, a violent social revolution, or a world war.

Sarà solo un una specie di sorpresa per i fanatici: il 19 novembre alle 16.30 a Milano si terrà la live performance di Maggie Bianca e dei loro MoodBoards. Ditelo alle vostre figlie, anche perché subito dopo è previsto un incredibile meet greet con foto e autografi con le girls. E potrebbero divertirsi anche i fratellini perché l sarà all di G! Come Giocare , la decima edizione dell’evento di Natale promosso da Assogiocattoli e in scena a FieraMilanoCity (padiglione 3 e 4) dal 17 al 19 novembre..

Times, Sunday Times (2010)There is no other way of sustaining so many troops thousands of miles from home. Times, Sunday Times (2007)It was terrible to be thousands of miles away. The Sun (2012)Thousands are also doing the rounds on viral emails. And if you believe Bill Moyers is part of Bilderburg, or some other conspiracy, watch some other show. If anything is a conspiracy it is the elite cabal floating above our government and the fellow travelers groveling to protect their sacred wealth and hoping for a crumb. A good text to understand why people have not yet acted in their own interests is “Power: A Radical View” by Steven Lukes.

Vidi sugli ultimi piani di un grande albergo un’immagine del teschio robot di Moloch che fissava nella mia finestra. Qualche settimana dopo mi ubriacai di nuovo, il viso era ancora lì nella metropoli rossa fumosa del centro, scesi giù per Powell Street mormorando Moloch, Moloch tutta la notte e scrissi la seconda parte di Urlo quasi senza correzioni nella cafeteria ai piedi del Drake Hotel” ( Note scritte quando finalmente venne inciso Urlo, pag. 455 ).