“It seems disappointing to me that there is no sense of occasion now,” he says. “Why do we make all of these clothes if everybody looks like a scruff the whole time? You go to the opera or somewhere nice and there is not any effort made. And designers come out at the end of the fashion show where you’ve been looking at 1,000, 2,000, 3,000, and 4,000 dresses, and they’re wearing a Uniqlo T shirt and a pair of scruffy jeans!”.

That’s enough about Chelsea, though. This letter isn’t written just to stop you moving to Stamford Bridge. It’s to stop you going anywhere. Capolinea anche per Braccialetti rossi 2, il (sempre più) teen drama di Rai1 che ieri sera ha salutato i suoi numerosi affezionati. La serie si conferma una spanna sopratutte le altre e riesce meritatamente a catturare un pubblico di giovanissimi poco avvezzo a pigiare il tasto 1 del telecomando. I sei protagonisti, ai quali se ne aggiungono di nuovi, riescono ad entrare nel cuore dei telespettatori che si appassionano alle loro (sfortunate) vicende.

“Trovo affascinantegiocare con le leggi della fisica”, cispiega. La sua avventura su Instagramè iniziata 5 anni fa: “Dopo alcuniscatti ‘documentaristici’ ho iniziato agiocare con la realtà, unendovi piccolielementi di disturbo e anomalie. Comenella musica, la dissonanza interrompela continuità melodica producendo uneffetto, apparentemente non gradevole,dato dall’instabilità.

GATA4 mutations cause human congenital heart defects and reveal an interaction with TBX5. Nature 2003; 424: 443 447. Cerca con Google. Because otherwise you’re gonna freeze up. You get angry and that’s not a good emotion, either. But you get awfully pissed off.

Jacob ha sedici anni, una madre distratta e un padre pragmatico. Timido e impacciato è cresciuto col nonno, Abraham Portman, sfuggito alle persecuzioni naziste e riparato in un orfanotrofio diretto da Miss Peregrine. Di quell’infanzia, spesa in un’isola a largo del Galles, Abraham racconta meraviglie incantando Jacob e cogliendone la natura peculiare.

Il ghetto peripatetico dei maghi, spinti dalla miseria, dalle vessazioni poliziesche e dalla frenesia raminga a dimenticare i propri trascorsi ed ogni personale abilità, rimpiazzati dalla “monomania da lumache” di un grigio quotidiano; il club “Midnite Confidential”, regno di inservienti cieche e avventori che non vogliono essere visti: “Questo è un mondo senza visi e senza nomi. Qui la gente non ha ricordi, famiglia o passato. Qui conta l’adesso, niente altro che l’adesso”.