Jahnkoy, che si è laureata alla Parsons, ha partecipato di recente al programma Elaine Gold Launch Pad del CFDA ed è stata finalista del concorso LVMH nel 2017, vuole mandare un messaggio forte: denuncia la fine delle culture tradizionali in tutto il mondo e la diminuzione dell’importanza dell’espressione di sé e di un punto di vista originale. Il suo obbiettivo chiave è dare di nuovo importanza al patrimonio culturale globale e riportare in auge il lavoro artigianale. Questa stagione i suoi capi sono stati serigrafati a mano a Crown Heights, nel suo quartiere a Brooklyn.

“Per la prima mostra personale alla Galleria Ferrero nella vicina Ivrea, ho immaginato una passeggiata tra le diverse stagioni creative della mia carriera. Un percorso costruito attorno alle superfici specchiati che dal primo progetto Web Icon hanno progressivamente acquisito tridimensionalità attraverso l’esperienza di Milano, Roma, San Pietroburgo, Dubai, Atlanta, e New York, fino al progetto Vertical Reflection in mostra anche a Venezia in contemporanea alla 57 Biennale Internazionale d’Arte. Un percorso anche scultoreo con le tecniche esclusive dell’acciaio saldato e lucidato a mano, e quelle più note della fusione in bronzo bianco a cera persa.

Convinto che il futuro fuori del portone di quel liceo sia lì in sua attesa, con grandissime aspettative, Stefano si traveste da Balthazar, ovvero l’asino del film di Bresson, e inizia il suo lavoro da bestia di fatica. Studia e studia e studia. Vive quegli anni decisivi assecondando quello che di lui appare, diventando una manifestazione vivente della teoria della profezia auto avverante e ottenendo brillanti risultati scolastici.

In that event (joyous Obama as President), one thing that I want you to promise me is that you would be treating Iran and other countries as equals and that you would treat them with respect without attitudes and condescending treatment. If you do that, then people of Iran themselves[assured of absence of any kind of outside danger/pressure] without asking for outside help, would rise against their oppressive/tyrannical government and, peacefully, convince/persuade the tyrants in charge to step down and return the power back to the people and to their real representatives; without having to, any longer, tolerate the insult of somebody at the top of power pyramid whose title, “GUARDIANship of Faghih/Savant” over people/the whole nation” [an ultimate insult to people of Iran], means the “Faghih”/”leader” represents, as [the “Faghih/Savant” or “leader” Khomeini and other self declared savants without any shame dared to utter it] to be the Guardian of all the members of society except for few self declared savants that is, every member of the people of Iran are minor/stupid/retards who need to have a Guardian to decide for them. When outside pressure/danger threatens the country, to diffuse it, people of Iran tend to gather, around whatever government they have in their country; even if it is a brutal/tyrannical/oppressive government such as the one that is ruling in Iran right now.